TARI: hai controllato la tua bolletta?

La TARI (acronimo di TAssa sui RIfiuti) è l’imposta destinata a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.
Questa tassa è dovuta da chiunque possieda o detenga locali o aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti urbani.

Nello specifico per le utenze non domestiche (attività commerciali, artigianali, industriali e professionali), la TARI si calcola come di seguito:
metri quadrati x tariffa fissa della categoria di appartenenza + metri quadrati x tariffa variabile della categoria di appartenenza + tributo provinciale pari al 5% dell’imponibile.

In dettaglio:

  • la tariffa fissa è determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, riferite in particolare agli investimenti per le opere, ai relativi ammortamenti e ai costi delle attività di spazzamento e di lavaggio stradale;
  • la tariffa variabile è rapportata alle quantità di rifiuti conferiti, al servizio fornito e all’entità dei costi di gestione.

La TARI è articolata per fasce e le tariffe sono approvate annualmente, reperibili nel sito del Comune e del Gestore.

Per le utenze non domestiche inoltre sono previste delle riduzioni e/o esclusioni in base alla tipologia di immobile e alla destinazione d’uso. Spesso analizzando le bollette TARI si evidenzia che gli importi versati per la Tassa Rifiuti dalle aziende nella maggioranza dei casi sono errati.

I motivi possono essere diversi:

  • tutte le bollette sono effetto della prima dichiarazione presentata dall’azienda che normalmente non conosce la normativa specifica;
  • la normativa è cambiata e le aziende dovrebbero presentare la dichiarazione di variazione, ma veramente poche la effettuano;
  • nuove agevolazioni ed esenzioni sono state deliberate, ma tutte su domanda delle aziende che in genere non le richiedono;
  • cambiando la struttura e le destinazioni d’uso degli immobili dovrebbe essere presentata una dichiarazione di variazione TARI.

Aziende Protette ha introdotto il servizio di analisi Tassa Rifiuti con la formula del pagamento solo a risultato.

Come funziona?

  • Analizziamo gratuitamente la situazione dell’azienda e comunichiamo eventuali anomalie
  • Se riscontrate, procediamo con la comunicazione al Comune in ottica collaborativa per aggiornare i dati in loro possesso e adeguarsi alla normativa vigente più recente
  • In caso di rimborso/sgravio viene fatturata una percentuale sull’effettivo ottenuto

Contattaci e analizza insieme a noi la tua bolletta TARI e i nostri tecnici ti comunicheranno eventuali nomalie per richiedere il rimborso/sgravio.

 

Hai bisogno di sapere quanto è protetta la tua azienda?
Compila il nostro test gratuito e scoprilo ora!