Analisi

Ogni imprenditore ha sicuramente a cuore la propria azienda, e ogni giorno ci mette dedizione, impegno per migliorarla e farla crescere. Periodicamente acquisisce e analizza i dati (bilancio) per capire l’andamento, settore per settore,  e dove può o deve intervenire. Questa analisi abbinata a fattori interni ed esterni, permette di pianificare le azioni conseguenti finalizzate al mantenimento degli obiettivi…

Quando i dati discordano negativamente da quelli attesi, l’imprenditore apporta le necessarie correzioni, che purtroppo il più delle volte si abbattono drasticamente sul sistema sicurezza, ritenuto (erroneamente) non funzionale e direttamente proporzionale all’andamento economico dell’azienda.

La convinzione, purtroppo radicata in molti, è che: “la sicurezza è un costo … una palla al piede” che interferisce con i piani di crescita e sviluppo aziendali, al punto che la conseguenza è la riduzione dell’efficacia e dell’efficienza del sistema sicurezza e il discostamento progressivo da chi promuove la sicurezza e tutto ciò che serve per implementarla e mantenerla.

Se poi tale sistema è gestito internamente, alle persone incaricate di applicarlo e svilupparlo vengono affidate attività ritenute più importanti e necessarie, distogliendole dal mantenere efficace ed efficiente il sistema sicurezza.

Le affermazioni che ricorrono tra i datori di lavoro imprenditori sono:

  • gli enti di controllo comunque devono uscire dalla tua azienda con una sanzione anche se tutto andava bene (veramente tutto andava bene??), TRADOTTO: è inutile che io spenda per la sicurezza
  • tu puoi ripetere ai lavoratori tutto il giorno quello che devono fare, ma loro fanno quello che vogliono (avranno le istruzioni necessarie?) TRADOTTO: non mi capiscono, se ne fregano di quello che dico
  • ecc.

purtroppo, dalla parte dei lavoratori non è meglio, il loro modo di vedere le cose è “condizionato” da forme pensiero radicate, quali:

  • tanto a me non è mai successo niente …
  • qui a nessuno interessa sei fai le cose bene o male …
  • hanno sempre fretta, aumentano le cose da fare e nessuno ti spiega bene come devi farle …
  • ecc.

in questo bailamme di forme pensiero fortemente radicate che generano solo abitudini negative, il permearle per innescare quel cambiamento che permetterebbe di avviare e mantenere, veramente, un processo basato sul rapporto costo beneficio positivo e favorevole, soccombe alla persistente resilienza degli uni e degli altri.

Quindi?